1 gennaio

SANTISSIMA MADRE DI DIO

 

 

Dal Vangelo di LUCA:

16 Andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. 17 E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. 18 Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. 19 Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. 20 I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.

21 Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo (2,16-21)

 

LECTIO

Il contesto

Questo brano è collocato nei primi capitoli del Vangelo di Luca dove sono raccolti i racconti della nascita e dell’infanzia. In modo particolare in questo passo Luca narra come si sia diffusa la notizia della nascita di Gesù. Il modo con cui si apprende che è nato il Bambino e il modo con cui lo si annuncia agli altri é lo stesso che si può ritrovare nella Chiesa delle origini, che diviene missionaria. Viene ripreso il modo con il quale il Vangelo si diffonde.

 

Per una lettura attenta

Questi versetti possono essere suddivisi in due scene,

Ø  la prima (2,16-20) evidenzia con diverse sfumature io stesso avvenimento legato all’andare a vedere il bambino;

Ø  la seconda (2,21), invece è a sé stante e riprende l’evento della circoncisione di Gesù.

 

Sottolinea e riporta tutti i verbi che dicono azioni compiute dai pastori:

______________________________________________________

____________________________________________________

Potrai notare che sono tutte azioni di movimento. Tutto avviene attorno ad un centro che è rappresentato dalla seconda parte del versetto 16 “trovarono il bambino che giaceva nella mangiatoia”. Al centro dunque c’è Gesù che giace. È lui l’oggetto della contemplazione e successivamente dell’annuncio dei pastori ed è il motivo della loro gioia che si esprime nel dare gloria a Dio.

 

Maria non compie nessun particolare movimento ma sta e conserva nel cuore quanto vede.

Prova a cercare altri passi nel Vangelo dove si racconta dell’incontro tra Gesù e qualche malato miracolato, potrai vedere come l’atteggiamento di chi ha incontrato Gesù assomigli a quello dei pastori, così come a loro volta i pastori assomigliano agli angeli di cui si narra sempre in questo capitolo dei Vangelo di Luca.

 

Nell’ultimo versetto (21) viene raccontata la circoncisione di Gesù e il fatto che venga chiamato “Gesù”.

La circoncisione era il segno che esprimeva l’appartenenza al popolo della promessa. Ogni maschio veniva circonciso e per questo entrava a far parte dell’alleanza. Gesù non si sottrae pur essendo lui il compimento dell’alleanza.

“Gesù” significa “Dio salva’ è questo il nome con il quale Dio si fa chiamare e nel quale svela la sua identità all’uomo, un’identità che è promessa di salvezza.

 

MEDITATIO

L’analisi del comportamento dei pastori che si affrettano a vedere Gesù e che poi non indugiano nell’andare ad annunciarlo dice il modo con il quale avviene da sempre l’evangelizzazione. Di bocca in bocca un uomo narra all’altro che il Salvatore è nato, che finalmente il compimento sorprendente delle attese dell’uomo si è donato. Udire, vedere, trovare Gesù Salvatore non può lasciare indifferenti o fermi. Dall’incontro con Gesù scaturisce un movimento che è destinato ad arrivare fino agli estremi confini della terra, come

dice Luca all’inizio degli Atti degli Apostoli.

Gesù è Salvatore ed è tale essendo veramente uomo e veramente Dio. I pastori riconoscono in Lui il Messia che si esprime in una vita umana semplice e umile. Gesù giace nella mangiatoia come il più povero degli uomini. Tale fatto si esprime anche nel gesto semplice della circoncisione da cui non si sottrae. Gesù è pienamente solidale con il suo popolo con l’uomo e ne compie tutti i gesti più semplici, svela in questo modo un volto sorprendente di Dio.

 

Ø  Come vivi la tua fede? È per te motivo di “movimento” e di annuncio?

Ti riconosci nella figura dei pastori ?

Ø  Come guardi ai gesti semplici di Gesù ? Come cambiano il tuo modo di pensare al Dio Salvatore ?

____________________________________________________

_____________________________________________________

ORATIO

Signore Gesù donami la fede umile e forte dei pastori e lo sguardo contemplativo di Maria per comprendere più a fondo il mistero del tuo essere uomo tra gli uomini eppure Dio e Salvatore.

 

CONTEMPLATIO

È il momento di lasciarsi amare dal Signore

 

ACTIO

Alla luce di questa Parola cosa può cambiare la mia vita ?