PREGHIERA DELLA FRATERNITA'

 

Signore, ti preghiamo:

perché ci conosciamo sempre meglio e ci comprendiamo nei nostri desideri e nei nostri limiti.

Perché ciascuno di noi senta e viva i bisogni degli altri.

Perché a nessuno sfuggano i momenti di stanchezza, di disagio, di preoccupazione dell'altro.

Perché le nostre discussioni non ci dividano, ma ci uniscano nella ricerca del vero e del bene.

Perché ciascuno di noi nel costruire la propria vita non impedisca all'altro di vivere la sua.

Perché viviamo insieme i momenti di gioia di ciascuno e guardiamo a Te che sei la fonte di ogni vera gioia.

Perché soprattutto ci amiamo come Tu, o Padre, ci ami e ciascuno voglia il vero bene degli altri.

Perché la nostra Fraternità non si chiuda in se stessa, ma sia disponibile, aperta, sensibile ai bisogni degli altri.

Perché ci sentiamo sempre parte viva della Chiesa in cammino e possiamo continuare insieme in cielo il cammino cominciato quaggiù alla scuola di Francesco e sotto lo sguardo di Maria, Madre di Gesù e Madre nostra.



    Preghiera per la Fraternità

  

 Ti prego, o Signore per la mia Fraternità:

 perché ci conosciamo sempre meglio

 e ci comprendiamo nei nostri desideri

 e nei nostri limiti; perché ciascuno di noi

 senta e viva i bisogni degli altri; perché a nessuno

 sfuggano i momenti di stanchezza,

 di disagio, di preoccupazione dell'altro;

 perché le nostre discussioni non ci dividano,

 ma ci uniscano nella ricerca del vero e del bene;

 perché ciascuno di noi

 nel costruire la propria vita

 non impedisca all'altro di vivere la sua;

 perché viviamo insieme,

 i momenti di gioia di ciascuno

 e guardiamo a te che sei la fonte

 di ogni vera gioia;

 perché soprattutto ci amiamo

 come tu, o Padre, ci ami,

 e ciascuno voglia il vero bene degli altri;

 perché la nostra Fraternità

 non si chiuda in se stessa,

 ma sia disponibile, aperta, sensibile

 ai bisogni degli altri;

 perché ci sentiamo sempre parte viva

 della Chiesa in cammino

 e possiamo continuare insieme in cielo

 il cammino cominciato quaggiù.

                                                          (da Preghiere, Milano 1971 )